Francesco Cosci è il Miglior Sommelier d’Italia 2023 ASPI

Francesco Cosci premiato dal presidente ASPI Giuseppe Vaccarini

Il Miglior Sommelier d’Italia Aspi 2023 si chiama Francesco Cosci ed è stato premiato domenica 15 ottobre dalla giuria sul palco del teatro San Rocco di Voghera, a cornice della manifestazione “50 Sfumature di Pinot Noir”, al termine di un iter scandito da prove molto selettive. A consegnarli il prestigioso trofeo è stato il presidente e fondatore di Aspi, Giuseppe Vaccarini, decano dei manager della sommellerie internazionale. Cosci è nato nel 1994 a Monsigliolo di Cortona, in provincia di Arezzo in Toscana, e a dispetto della giovane età vanta già un curriculum di caratura mondiale. Dopo il diploma all’istituto alberghiero, ha iniziato la sua carriera di Sommelier all’Osteria del Teatro di Cortona per poi proseguire il suo percorso al Novikov e al Clos Maggiore a Londra. Attualmente lavora a Parigi, dove è stato sommelier presso il ristorante Les Climats per poi approdare al Four Seasons Hotel George V di Parigi, lavorando al fianco di Simone Zanoni, il dinamico chef del ristorante stellato Michelin.

Francesco ha scoperto il vino alla giovane età di 16 anni quando era studente alla Scuola Angelo Vegni – Cappezine. Facendo esperienza lavorativa presso la piccola Osteria del Teatro, apprende l’arte dell’ospitalità, lo spirito di convivialità e l’esperienza della condivisione. Ha sviluppato un interesse immediato per il vino quando ha incontrato il sommelier del ristorante. Appassionato dei vitigni e dei diversi terroir locali della regione, Francesco ha affinato il suo palato e sviluppato la sua conoscenza del vino grazie alle frequenti visite ai vigneti. All’età di 18 anni, Francesco lascia la Toscana per Londra per ripartire e sfidarsi. Senza alcuna formazione precedente inizia a lavorare al Novikov, uno dei ristoranti più famosi della città, qualificandosi come Sommelier Certificato presso la Corte dei Maestri Sommelier. Diventa assistente sommelier presso l’acclamato ristorante Clos Maggiore, rinomato in tutta la capitale per la sua carta esaustiva che comprende più di 2.500 vini. Italiano di nascita e francese nel cuore, Francesco approda a Parigi nel 2018 senza parlare una parola di Francese. Entra a far parte del team del ristorante stellato Michelin Les Climats, la cui rinomata carta si concentra sui vini della Borgogna. Francesco familiarizza rapidamente con i terroir francesi, viaggiando tra i vigneti, scalando i ranghi e diventando capo sommelier in pochi mesi.

Nel 2021 il suo amore per l’Italia lo porta a Le George. Nell’atmosfera chic e trendy di questo ristorante che continua a creare dinamicità e a fare opinione sulla scena gastronomica parigina, il nuovo capo sommelier continua ad arricchire l’ampia carta dei vini – unica nella capitale, con la sua selezione di 12.000 vini italiani – introducendo tante unicità. Preparato su vino e ristorazione internazionali, sì, ma non solo… nel 2018 Cosci aveva già vinto il premio ASPI “Miglior Sommelier d’Italia 2018” promosso da Fondazione Birra Moretti.

Print Friendly, PDF & Email

I testi, le immagini e la grafica presenti su questo blog sono protetti ai sensi della normativa vigente sul diritto di autore e sulla proprietà intellettuale. Il blog non è aggiornato con una periodicità fissa e non rappresenta un prodotto editoriale.