Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, Francesca Seralvo è la nuova presidente

Francesca Seralvo

La nuova presidentessa del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese scelta all’unanimità è Francesca Seralvo, classe 1984, donna del vino alla guida di Tenuta Mazzolino di Corvino San Quirico, azienda icona del Pinot noir sulle colline dell’Oltrepò.
Si è laureata con lode in Giurisprudenza, specializzandosi in diritto commerciale e societario. Qualche anno dopo ha deciso di abbandonare i codici dell’avvocatura per dedicarsi a tempo pieno alle vigne tra cui era cresciuta. E’ la terza generazione della sua famiglia alla guida della cantina, fondata da suo nonno all’inizio degli anni ’80. Francesca ha scelto di prenderne le redini da sua madre, Sandra Braggiotti. Coltiva il sogno di suo nonno: far rivivere le sue origini francesi e costruire in Oltrepò un piccolo clos di Borgogna. Un progetto enoico che oggi armonizza ambizioni internazionali e legame con il territorio su 20 ettari di vigne gioiello. Francesca Seralvo collabora da anni con successo con Kyriakos Kynigopoulos, enologo di fama internazionale, dando vita dalle sue uve di Pinot Nero e Chardonnay a vini emblematici, su tutti il “Noir”. Mazzolino è stata recentemente inserita nella Top 100 della prestigiosa rivista internazionale Forbes, per la sua capacità d’innovazione e per la ricerca della qualità nella valorizzazione del “Made in Italy” sul territorio nazionale e all’estero.
Ad affiancare Francesca Seralvo alla guida del consiglio d’amministrazione saranno i vicepresidenti Massimo Barbieri (Torrevilla), Cristian Calatroni (Calatroni di Calatroni Cristian) e Renato Guarini (Losito e Guarini) scelti dai rappresentanti eletti in consiglio delle rispettive categorie: vinificatori, produttori e imbottigliatori.
La volontà espressa in modo forte dall’ultima assemblea dei soci dell’ente consortile, con Terre d’Oltrepò e Torrevilla in sintonia e dalla parte dei produttori di filiera e della valorizzazione territoriale vini-uve-terreni, si concretizza in una scelta di alto livello all’insegna della discontinuità.
La linea annunciata da Umberto Callegari, CEO di Terre d’Oltrepò, su Pavia Uno TV e Lombardi Live 24 fa un altro passo avanti in comunione d’intenti con l’altra storica cooperativa territoriale, Torrevilla, guidata da Massimo Barbieri. Produttori e vinficatori non sono mai stati così vicini.

Print Friendly, PDF & Email

I testi, le immagini e la grafica presenti su questo blog sono protetti ai sensi della normativa vigente sul diritto di autore e sulla proprietà intellettuale. Il blog non è aggiornato con una periodicità fissa e non rappresenta un prodotto editoriale.